Sentenza di principio: Anche una co-madre ha obblighi genitoriali

All’inizio del mese di settembre 2019, il Tribunale regionale di Berna-Mittelland ha pronunciato una sentenza storica per le famiglie arcobaleno: se due donne o due uomini in unione domestica registrata si separano, per i figli che hanno avuto e cresciuto insieme vengono calcolati gli alimenti come per le coppie sposate eterosessuali. Il Tribunale ha regolamentato anche il diritto di visita del co-genitore. Per le famiglie arcobaleno si tratta di una sentenza che rafforza sia gli obblighi del co-genitore, attribuendogli un ruolo genitoriale anche dopo la separazione con i relativi doveri, sia i diritti dei figli.

Le due partner si erano conosciute nel 2004. Condividendo il desiderio di avere figli, avevano optato per una donazione di sperma aperta in Danimarca. La co-madre ha partecipato a ogni inseminazione nonché a ogni visita ed era presente alla nascita dei figli. Dopo l’arrivo dei figli, la madre biologica ha ridotto il proprio tasso di occupazione al 50% mentre il reddito principale della famiglia è stato assicurato dalla co-madre. Per tutelarsi da un punto di vista legale, le due donne hanno fatto registrare la loro unione. A fine 2016 si sono separate e la co-madre ha lasciato l’abitazione comune. Non riuscendo a trovare un accordo riguardo al mantenimento e al diritto di visita, la decisione è stata presa dal Tribunale.

La sentenza è degna di nota per i motivi indicati qui di seguito. Nella quotidianità il co-genitore assume sicuramente un ruolo genitoriale sul piano sociale, ma non su quello giuridico. A meno che non vi sia stata un’adozione del figlio del_della partner (adozione del figliastro), non sussiste alcun legame giuridico verso i figli in comune. Ai sensi della Legge sull’unione domestica registrata (LUD), ciò comporta che, in caso di separazione, il co-genitore non può essere obbligato al mantenimento dei figli. Questo vuoto legale è determinato dal fatto che la LUD parte dal presupposto errato che due donne o due uomini non possano mai avere figli insieme. Secondo la nuova sentenza di principio del Tribunale di Berna-Mittelland, ora la co-madre deve assumersi anche le spese di mantenimento dei figli della madre rimasta sola. Con questa sentenza, in caso di separazione i figli in comune di un’unione domestica registrata vengono di fatto equiparati a quelli di una coppia sposata.

Dominic Nellen, Avvocato

Dominic Nellen svolge la professione di avvocato indipendente a Berna. Sia in ambito privato che professionale, è impegnato a favore di una società aperta e contraria a ogni discriminazione. Il diritto LGBTI è uno dei suoi ambiti di specializzazione. nellen@kienerundnellen.ch

Menu